#54

54.jpg

O frenetiche notti!

Se fossi accanto a te,

queste notti frenetiche sarebbero

la nostra estasi!

 

Emily Dickinson – da Frenetiche notti

#49

49

Per attraversare quel deserto ho impiegato mille anni di poesia finché ho incontrato te, in un giorno d’estate, e mi hai dato un sorso d’acqua.

Alda Merini

#28

28

28b

Il viale

 

Ecco il viale

dei platani adolescenti

in cui è l’alito scarno della sera

di novembre.

 

Al fogliame immobile s’aggrappa

autunno

in un ritmo di tristezze dorate.

Il viale è lungo, e non c’è vento.

 

Chissà che la strada

fasciata di dorature

non porti alle aiuole d’oro

della fanciullezza avventurosa!

 

Vengono giù dai monti

le prime ombre silenziose:

annebbiate, fredde.

Fanno pensare – e si spacca il cuore

di nostalgia-

quanto dolce è l’ora

che si sta attorno al fuoco

nella casa lontana,

e l’affettuosa luce

della lampada, e il volto di chi si ama,

e le tacite gioie

dell’occulta bontà di casa nostra.

 

Alessandro Parronchi

#17

17

Scorreva il fiume scorreva il libro

Era così vicino il bel fiume alla bella casa

ti sedevi fuori con il libro in mano

e lo guardavi scorrere, lo leggevi, nel libro

scorreva il fiume Don, lui era invece l’Inn,

nel libro l’acqua era feriti e sangue,

lì scorreva buona, tagliava solo, piano, il prato.

Ti sedevi fuori con il libro in mano

leggevi fiume e libro, tutto scorreva come buono,

addormentati tutti da tanto lungo il fiume Don.

Vivian Lamarque