#33

33

E come bisognava aspettarsi, calò il silenzio, sinistro, orrendo, nel quale, ad ogni momento, si avvertiva per qualche motivo, una situazione di terribile disagio e un gran desiderio di confondersi.

Anton Cechov – Fiori Tardivi

Annunci

2 thoughts on “#33

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...