#33

33

E come bisognava aspettarsi, calò il silenzio, sinistro, orrendo, nel quale, ad ogni momento, si avvertiva per qualche motivo, una situazione di terribile disagio e un gran desiderio di confondersi.

Anton Cechov – Fiori Tardivi